Scegli il wallet giusto!

Segui i nostri consigli per scegliere il wallet più adatto alle tue esigenze.

Scegli il tuo wallet

Una volta creati attraverso il mining o acquistati in uno dei tanti exchange presenti online, è necessario trovare un luogo dove conservare Bitcoin, Ethereum e altcoin. Proprio come accade per le monete “in carta e metallo”, anche le criptovalute hanno necessità di un portafogli virtuale nel quale essere conservate sino a che non si decide di spenderle o scambiarle per altra criptovaluta.

Nel corso degli anni sono state create e sviluppate diverse tipologie di wallet Bitcoin, ognuna delle quali capace di rispondere alle diverse esigenze che un utente può avere. Ci sono i portafogli virtuali che permettono di poter scambiare Bitcoin in maniera più veloce; altri che offrono livelli di sicurezza maggiori; altri ancora che possono essere portati sempre con sé o custoditi all’interno di cassette di sicurezza (nel caso in cui il loro contenuto sia particolarmente di valore).

Insomma, se ci si chiede dove conservare Bitcoin, si ha letteralmente l’imbarazzo della scelta. È però importante scegliere consapevolmente, conoscendo pregi e difetti dei migliori wallet Bitcoin: nel caso si dovesse compiere un errore di valutazione, infatti, si correrebbe il rischio di vedere i propri altcoin sparire una volta per sempre.

Nonostante ne esistano diverse decine, i wallet Bitcoin possono essere raggruppati in tre differenti categorie: virtuale online, virtuale offline, fisico. Vediamo nel dettaglio cosa sono e quali le loro caratteristiche principali.

  • Wallet online. Spesso e volentieri legato a servizi di exchange (quasi sempre, a dir la verità), un wallet online è un portafoglio virtuale ospitato sui server di un’azienda che svolge il compito di intermediario. Volendo fare un paragone (un po’ stiracchiato, a dir la verità) potremmo considerare queste società come delle banche di Bitcoin e altcoin che si occupano di conservare e proteggere (o, almeno, dovrebbero farlo) le criptovalute degli utenti. Accessibili da qualunque dispositivo dotato di connessione a Internet, i wallet online sono la scelta perfetta per gli utenti alle prime armi (facili da creare e da impostare), ma non solo: il loro legame diretto con gli exchage li rende particolarmente apprezzati anche da quegli utenti soliti compiere diverse operazioni e transazioni Bitcoin ogni giorno
  • Wallet offline. I wallet offline, chiamati a volte “desktop wallet” sono software da installare sul disco rigido del proprio computer o sulla memoria dello smartphone. Come i wallet online sono semplici da impostare e gestire e sono caratterizzati da un elevato livello di indipendenza. Mentre i wallet online possono essere irraggiungibili (a causa del grande traffico, ad esempio, o per un attacco DDoS) o vittime di attacchi hacker (il che potrebbe portare alla perdita dei vostri averi virtuali), per utilizzare un portafoglio virtuale offline è sufficiente avere a portata di mano il PC o lo smartphone. Certo, il proprio PC può essere sempre hackerato e le proprie criptovalute rubate, ma grazie ad alcune funzionalità (come la possibilità di crittografare il wallet) si potrà rendere la vita particolarmente complicata agli hacker
  • Wallet fisico. Se state cercando il luogo più sicuro dove conservare Bitcoin, la vostra scelta non potrà che ricadere su un wallet fisico. Simili a delle chiavette USB, sono spesso definiti “wallet freddi”, dal momento che non saranno (quasi) mai connessi alla Rete e quindi virtualmente invisibili e inaccessibili ad hacker e cybercriminali vari. Un wallet fisico può essere sia un hard disk esterno sul quale avrete installato un wallet offline o una chiavetta ad hoc utilizzata solamente per conservare criptovalute. In entrambi i casi, però, c’è da ricordare che dispositivi di questo genere sono comunque esposti a pericoli “esterni”: potrebbero essere rubati, o finire all’interno di un recipiente contenente del liquido e smettere così di funzionare. Conservatelo, dunque, in un luogo sicuro e riparato, altrimenti metterete a rischio il vostro capitale in Bitcoin e altcoin
  • Blockchain.info. Tra i più semplici da impostare e gestire, Blockchain è caratterizzato da un’interfaccia utente estremamente semplice, da ottimi standard di sicurezza (autenticazione a due fattori e non solo) e può essere legato a ShapeShift, una delle piattaforme per compravendita altcoin più conosciute e utilizzate

 

I migliori WALLET ONLINE

  • Coinbase. Piattaforma full nodeCoinbase è uno dei portafogli virtuali online più conosciuti e utilizzati. Offre diverse funzionalità di sicurezza (come l’autenticazione a due fattori e l’identificazione tramite documenti di riconoscimento), è dotato di un’interfaccia utente intuitiva e permette di comprare Bitcoin, Ethereum, Litecon e Bitcoin Cash
  • Kraken. Tra le piattaforme di exchange più sicure, Kraken rappresenta la soluzione ideale se si cerca un portafoglio virtuale che consenta di conservare oltre 20 criptovalute e, allo stesso tempo, avere la libertà di acquistarne di nuove o scambiare quelle che già si hanno
  • Bitfinex. Come Kraken, Bitfinex è una delle piattaforme exchange più conosciute e apprezzate, dove è possibile acquistare o vendere un po’ di tutto (dai Bitcoin agli IOTA, passando per Ethereum, Stellar e molto altro ancora). Ciò lo rende anche un validissimo portafoglio virtuale dove conservare il proprio tesoretto di Bitcoin e altcoin

 

I migliori WALLET OFFLINE

  • Exodus. Piattaforma di gestione altcoin “all in one”, Exodus consente di conservare le proprie criptovalute con estrema semplicità. Supporta Bitcoin, Ethereum, Monero e molte altre altcoin e, grazie all’integrazione con ShapeShift, è sempre possibile fare transazioni tra le varie criptovalute che si possiedono. Al momento dell’installazione genera automaticamente una “master seed” di 12 caratteri grazie alla quale poter rigenerare il wallet in qualunque momento e recuperarne il contenuto nel caso in cui fosse andato “perso”
  • Electrum. Tra i wallet più “datati” (è stato creato nel 2011), Electrum è tra i wallet offline più leggeri e semplici da utilizzare. Anziché scaricare l’intera blockchain, verifica l’ammontare dei vostri averi in criptovalute connettendosi (in maniera sicura) a server protetti: ciò vi consente di risparmiare spazio sul disco rigido – la sola blockchain Bitcoin sfiora ormai i 200 gigabyte – e velocizzare le operazioni di configurazione iniziale. Al momento dell’installazione, Electrum genera la “master seed” e offre la possibilità di crittografare il contenuto del wallet Bitcoin: queste due misure di sicurezza consentono di rigenerare i propri averi nel caso in cui Electrum smetta di funzionare e di tenere i nostri averi digitali fuori dalla portata degli hacker
  • Bitcoin Core. Il wallet Bitcoin per eccellenza, creato dallo stesso Satoshi Nakamoto per conservare i primi token della sua criptovaluta. Bitcoin Core è un portafoglio virtuale full node, è compativile con sistemi Windows, macOS e Linux e consente di effettuare transazioni senza che ci sia la necessità di appoggiarsi ad altre piattaforme esterne. Ciò costringe l’utente a scaricare l’intera blockchain in fase di installazione e aggiornarla continuamente ogni qualvolta viene effettuata una nuova transazione. “Fastidio” ampiamente ripagato dalle tante funzionalità di sicurezza e antifrode che Bitcoin Core offre (ad esempio, l’utilizzo della rete TOR di default, così da proteggere la vostra connessione e la vostra identità)
  • JaxxWallet “multivaluta”, Jaxx è stato creato nel 2014 ed è in grado di gestire non solo Bitcoin, ma anche Ethereum, Litecoin, Dash e Bitcoin Cash (presto dovrebbe arrivare anche il supporto per i Ripple). Dotato di un’interfaccia utente semplice e curata, Jaxx integra ShapeShift, che consente di effettuare transazioni in maniera semplice e (quasi) immediata. Come gli altri walletoffline, genera una “master seed” di 12 caratteri che consentirà di rigenerare il wallet nel caso in cui non si riesca più ad accedervi

 

I migliori WALLET FISICI

  • Ledger nano. Capace di conservare Bitcoin, Ethereum, Litecoin e altre criptovalute che sfruttano la blockchain e la tecnologia di Ethereum, Ledger nano è tra i wallet fisici più avanzati oggi in commercio. Simile a una chiavetta USB, è dotato di uno schermo LCD grazie al quale rivedere e approvare le transazioni in criptovaluta. Si sblocca con un codice PIN univoco e supporta anche l’autenticazione a due fattori attraverso il sistema FIDO UDF
  • Trezor. Tra i primi wallet fisici a essere stati immessi sul mercato, Trezor resta ancora una delle opzioni più sicure e affidabili per conservare e mettere al sicuro Bitcoin. Funziona con sistemi Windows, macOS, Android e iOS, supporta l’autenticazione a due fattori e offre molte altre funzionalità di sicurezza avanzate. Insomma, tutto quello che si cerca in un wallet Bitcoin

Non hai trovato ciò che ti serviva? Contattaci!

Inviaci una mail e comunicaci di cosa hai bisogno, risponderemo nel più breve tempo possibile!